Scossaline: quali scegliere per il proprio tetto

Le scossaline sono un elemento che serve a prevenire l’umidità in casa e a proteggere dalle infiltrazioni d’acqua. Questa lastra è posizionata nei muri perimetrali dell’abitazione e la sua esistenza permette di dare qualità e valore architettonico alla casa.

Al giorno d’oggi, si trova in tutte le case moderne o di nuova costruzione, nelle case più antiche invece, viene inserita successivamente. Il suo ruolo è molto importante in quanto senza di essa, la casa sarebbe rischiosamente vulnerabile. Specialmente nei punti in cui è principalmente delicata correndo il rischio di rovinarsi.

Scossalina: dove si usa

I tetti, balconi e parapetti ed anche la pensilina presentano una scossalina. É molto versatile, ideale sia sulle superfici orizzontali, ma anche su quelle verticali o inclinate del tetto.
Diversamente da altre coperture, la scossalina, dopo essere stata posata, non ha bisogno di eventuale manutenzione.

Come scegliere la scossalina: tipologie

L’aspetto e la composizione della scossalina cambiano in base ai gusti di chi vive la casa che solitamente vuole ottenere anche un’ottima resa estetica. Al giorno d’oggi viene prodotta con l’utilizzo di differenti materiali, molto dipende dai bisogni e dalla dimensione del perimetro da rivestire. Viene creata con il rame, PVC, acciaio inox o alluminio preverniciato. L’alluminio e l’acciaio conservano la luminosità, e invece l’alluminio preverniciato offre l’opportunità di optare tra differenti colori.
Esistono principalmente diverse tipologie, come la scossalina in plastica, delicata, conveniente e di facile installazione. Quella in rame, che è resistente anche se costosa. Ma esiste anche quella in alluminio, delicata ma resistente con una cromia variegata. Infine, è presente la scossalina in zinco, costosa ma di grande qualità.

Scossalina per il tetto

Come accennato, la copertura del tetto è spesso gestita dalla presenza della scossalina. In tal modo la pioggia non potrà infiltrarsi nei punti difficili. Il materiale più usato è il rame o la plastica, un’ottima soluzione al posto della gomma sintetica, che tende a rovinarsi con la luce del sole.

Scossalina per il balcone e muro

I tratti esterni dei balconi e dei terrazzi sono anch’essi composti spesso dalle scossaline in quanto evitano che la pioggia penetri nei punti più difficili. La tipologia del materiale si basa sul fattore estetico, per cui scegliendo il rame si ottiene una brunitura nel tempo. Invece per mettere in risalto questo componente si potrà scegliere l’alluminio.

Chiedi consiglio ad un esperto!

Related posts

Leave your comment Required fields are marked *