L’isolamento della canna fumaria

Isolare la canna fumaria è l’azione fondamentale per garantire il tiraggio ottimale del proprio camino, in modo che tutti i suoi componenti possano funzionare senza incontrare impedimenti.
Quando il camino inizia a espellere i fumi dalla bocca è necessario intervenire, procedendo proprio a capire se qualcosa non va nell’isolamento della canna fumaria.

Accorgimenti per un buon funzionamento della canna fumaria

Ci sono alcune accortezze tecniche che sono in grado di garantire un buon tiraggio in maniera naturale. Prima tra tutte è la lunghezza della canna fumaria, che deve superare assolutamente i quattro metri. Se la canna fumaria garantisce questa lunghezza minima infatti, il tiraggio sarà maggiore e impedirà la fuoriuscita dei fumi dalla bocca del camino.
Un’altra accortezza consigliata è quella di considerare la misura della sezione della canna fumaria che deve rispettare con precisione le dimensioni indicate dall’azienda che l’ha prodotta. Si tratta di un accorgimento necessario in quanto la canna fumaria stessa è costruita sul volume interno del camino. Si tratta di rispettare il percorso, seguendo i parametri corretti ed evitando che ci siano strozzature capaci di impedire o ridurre il tiraggio.
Ma tali ingegnosità non sempre sono sufficienti a garantire il tiraggio ottimale della canna fumario. Per questo spesso è necessario considerare il livello di isolamento della canna fumaria.

Come isolare correttamente la canna fumaria

La temperatura all’interno della canna fumaria è un elemento da tenere in forte considerazione nel momento in cui si procede al suo isolamento.
In condizioni normali, durante il tiraggio, l’aria entra all’interno del camino e, tramite il fenomeno fisico della combustione, tende a scaldarsi e salire verso l’alto. Se l’aria diventa fredda durante il suo percorso all’interno della canna fumaria, non riuscirà ad arrivare all’uscita, ritornando indietro.
Tutto questo è causato dalla mancanza di una adeguato isolamento della canna fumaria.
Per risolvere il problema possono essere messe in atto due diverse soluzioni.

  • Struttura di accompagnamento. Si tratta di costruire e installare intorno alla canna fumaria un vero e proprio rivestimento con altro materiale isolante. Questo intervento è in grado di proteggerla dagli agenti atmosferici e dagli sbalzi di temperatura, riducendo la dispersione.
  • Sostituzione parziale. Sostituendo soltanto alcuni segmenti della canna fumaria con altri realizzati con materiale isolante, si riesce ad avere un ottimo isolamento termico. Così migliora il tiraggio in maniera notevole. 

Si tratta di semplici accorgimenti che sono necessari per avere un buon tiraggio del proprio camino e per tenere sotto controllo la temperatura della propria casa.
Sono soluzioni poco invasive ma che permettono di rispettare pienamente l’ambiente e di ottenere un buon risparmio energetico.

Fomed: gli specialisti della canna fumaria

Esperti nel campo dei sistemi fumari, noi di Fomed da anni produciamo e vendiamo canne fumarie in acciaio inox, rame o poliparafenilensolfuro (pps) di qualità garantita.

Per garantire sempre un ottimo risultato di isolamento della canna fumaria, realizziamo anche pezzi su misura e accessori specifici.

Contattaci per richiedere un preventivo personalizzato.

Related posts

Leave your comment Required fields are marked *