Il rivestimento del sottotetto in legno

Il tetto, forse più degli altri elementi che compongono un edificio, riveste un ruolo fondamentale per determinare la vivibilità di un ambiente: al tetto viene richiesto di proteggere dalle intemperie della stagione invernale e dalla calura di quella estiva. Per questo motivo la scelta dei materiali che lo compongono deve essere fatta con molta attenzione.

Scegliere il legno per il rivestimento del sottotetto sta diventando una scelta sempre più popolare tra i costruttori perché questo materiale porta con sé le caratteristiche di robustezza, leggerezza, salubrità e, perché no, anche gradevolezza estetica.

Tra i diversi tipi di legname, ve ne sono alcuni più adatti perché meglio si prestano ad assolvere alla funzione richiesta: alcuni dei più popolari sono il cedro, la quercia, il pino e l’abete.

A seguire saranno illustrati diversi vantaggi del rivestimento del sottotetto in legno.

Naturalezza e resistenza

Essendo un prodotto naturale, il rivestimento del sottotetto in legno è geneticamente progettato per resistere ad una grande quantità di condizioni; inoltre, è in grado di durare per molti anni quando viene mantenuto correttamente. Graffi e trucioli non sono così evidenti sul legno come lo sono con altri tipi di rivestimento a causa del suo aspetto naturale e della grana.

Durevolezza

Il rivestimento in legno può durare per diversi anni. Ha un’elevata resistenza all’impatto che aiuta a ridurre i danni all’edificio. Inoltre, è possibile eseguire trattamenti speciali durante la sua produzione, al fine di migliorare la durabilità del legno e renderla più resistente al fuoco. Ci sono anche alcune specie di legname, come il cedro rosso occidentale e l’abete di Douglas, che sono noti per durare più a lungo rispetto ad altri tipi di legno.

Energia efficiente

Il legno ha elevate proprietà isolanti, soprattutto per il tetto di una casa. La conduttività termica è molto inferiore a quella dell’acciaio e del calcestruzzo. Solitamente, per ottenere questo effetto di isolamento termico si usano le cosiddette “perline”, tavole di legno in abete o larice piallato, in diversi spessori che rivestono il sottotetto esterno (di gronda) e quello interno. Il sottotetto “perlinato” otterrà così un doppia funzioneabbellire la casa rendendola maggiormente curata ed elegante, risparmiando nei consumi energetici. Quest’ultimo aspetto, oltre ad essere un ottimo modo di non sprecare denaro, aiuta anche a sostenere le risorse energetiche sul pianeta.

Versatilità

Il rivestimento in legno si presta ad essere realizzato in molte tipologie di design, perché il legno può essere tagliato in qualsiasi dimensione. È possibile utilizzare il rivestimento in legno su vari progetti architettonici, consentendo anche la sperimentazione di vari effetti decorativi. È possibile, per esempio, colorare o dipingere il rivestimento o consentire al legno di passare attraverso il proprio processo naturale di esposizione agli agenti atmosferici per ottenere un colore unico e sofisticato.

Eco-sostenibilità

Il legno è una risorsa naturalmente rinnovabile, a differenza di alcuni materiali da costruzione non rinnovabili. Una quantità minima di combustibili fossili non rinnovabili, è necessaria per produrre legname rispetto ad altri materiali da costruzione. Il legno è anche riciclabile al 100%, il che lo rende uno dei materiali più ecocompatibili che puoi utilizzare per la costruzione del sottotetto della casa. Il legname è dunque naturalmente rinnovabile, a differenza della maggior parte degli altri materiali da costruzione.

Isolamento acustico

La tua scelta di raccordo può aiutare a isolare la tua casa. Ci sono alcuni materiali che permettono al rumore di filtrare attraverso le pareti all’interno dell’abitazione. Tuttavia, il legno utilizzato come rivestimento del sottotetto, aiuta a filtrare i rumori dall’esterno. Questo perché il legno ha eccellenti proprietà di assorbimento acustico e aiuta a rendere la tua casa un rifugio tranquillo.

Related posts

Leave your comment Required fields are marked *