Il cartongesso: caratteristiche e impieghi

Il materiale che non ti aspetti

Il cartongesso è un materiale da costruzione. Risulta attualmente uno dei materiali più usati nell’edilizia leggera data la sua velocità di applicazione e le sue particolari doti termoacustiche. Il suo spessore varia in base all’applicazione richiesta, infatti esistono decine di pannelli di diverse caratteristiche.

Il cartongesso: caratteristiche e impieghi

Nel mercato italiano il cartongesso è arrivato verso la fine degli anni ottanta e dopo un periodo di utilizzo soltanto per realizzazioni con funzioni isolanti, ha trovato impiego anche in creazioni di design.
Il cartongesso è utilizzato in edilizia, in Italia principalmente negli ultimi anni, ed è molto apprezzato grazie alle sue peculiarità tecniche. L’applicazione del cartongesso è rapida, il costo d’acquisto è contenuto ed inoltre esso risulta un materiale da costruzione facile da modellare.
Il cartongesso è prodotto utilizzando il gesso di scarto impastato con degli additivi per raggiungere una specifica rigidità e poi assemblato con due lastre di cartone.
In commercio il cartongesso si trova sotto forma di lastre larghe circa 1 metro e lunghe 2 metri oppure 3 metri. Lo spessore della lastra varia in base alla destinazione d’uso.
Il mercato del cartongesso abbraccia differenti applicazioni edili.
In edilizia il cartongesso trova il suo principale impiego per la realizzazione di pareti e di controsoffitti. Negli ultimi anni questo materiale ha trovato impiego anche nella realizzazione di cabine armadio e per il rivestimento delle pareti già esistenti.
Per un utilizzo in ambienti esterni (oppure in caso di notevole umidità), la tipologia di cartongesso da usare è realizzata con cartone di copertura idrorepellente ed una lastra di gesso. Per le realizzazioni di pareti termoacustiche, il cartongesso è realizzato con una lastra di gesso rivestita soltanto da una parte con un pannello in polistirolo. Le realizzazioni che devono garantire un isolamento acustico sono realizzate con l’aggiunta di una speciale colla isolante. Una tipologia di cartongesso risulta resistente al fuoco, anche se apparentemente sembra identica alla versione di tipo standard, realizzata con una lastra di gesso rivestita da cartone.

Differenti caratteristiche e relativi impieghi

La lastra standard di cartongesso si presenta di colore bianco leggermente grigio ed è utilizzato per tutte le strutture che non richiedono caratteristiche speciali.
Il cartongesso di tipo ignifugo si presenta di colore rosso chiaro ed è utilizzato in edilizia per la realizzazione di strutture resistenti al fuoco, mentre quello di colore verde ha funzione idrorepellente.
Il cartongesso di colore grigio ha la funzione d’isolante acustico ed è utilizzato negli ambienti dove è necessario garantire un elevato livello di privacy, differente dal cartongesso con caratteristiche termoacustiche. La caratteristica d’isolamento acustico è data dall’inserimento di una speciale colla antiacustica.

Il cartongesso trova impiego anche nella realizzazione di ambienti ospedalieri, nello specifico per le stanze di radiologia si utilizza il cartongesso anti radiazioni x, prodotto con l’aggiunta di una lamina di piombo.
Per la realizzazione di controsoffitti portanti, si utilizza il cartongesso resistente ai carichi, prodotto con lastre di gesso miste a fibre di vetro e di legno.
Per la produzione di strutture curve e di design si utilizza il cartongesso flessibile, realizzato con lastre di uno spessore molto piccolo.
Infine, per la realizzazione di strutture esterne, le fabbriche di cartongesso producono una speciale lastra realizzata con cemento alleggerito.

Related posts

2 comments for this post
  1. Angelo

    Ma davvero il cartongesso ha così tanti colori? Io mi ero fermato al bianco! Che scoperta!

    • Redazione

      Si Angelo, il cartongesso ha diversi colori in base alla funzione che ha. Se vuoi maggiori dettagli o hai bisogno di un consiglio nella scelta, siamo felicissimi di aiutarti. A presto.

Leave your comment Required fields are marked *